Massaggio Ayurvedico – Abhyangam

Franco Lodato

Il termine Ayurveda deriva dal sanscrito “Ayus”, che significa vita, e “Veda”, che significa conoscenza o scienza. Quindi l’interpretazione può essere: scienza della vita o un tenore di vita basato sulla conoscenza e l’esperienza. L’Ayurveda è la più antica dottrina medica conosciuta. Il Charaka Samhita è il testo più antico, datato intorno al 1500 a.C. ed è considerato il testo base fondamento dell’intera medicina ayurvedica. Lo scopo del massaggio ayurvedico è quello di ripristinare l’equilibrio fra mente e corpo in modo tale da poter conferire all’individuo un benessere psicofisico. Il massaggio  prevede l’esecuzione di manipolazioni in diverse aree del corpo che, oltre a favorire la circolazione sanguigna, dovrebbero favorire la circolazione dei fluidi vitali con conseguente raggiungimento di una ritrovata armonia fra corpo e mente. Secondo l’ayurveda, l’esecuzione del massaggio in questione, oltre a riequilibrare mente e corpo, può essere utile anche per contrastare diversi tipi di disturbi, fra cui ricordiamo:

  • Tensioni muscolari.
  • Insonnia.
  • Stati ansiosi e stress.
  • Dolori articolari.
  • Dolori cervicali.
  • Mal di testa.
  • Gonfiore delle gambe e dei piedi.
  • Cellulite e adiposità localizzate.

Lievi alterazioni o disturbi della circolazione sanguigna e linfatica.